Cesare Cremonini mette all’asta le sue luminarie per l’emergenza

“Le luminarie di Via D’Azeglio a Bologna, dal primo giorno di accensione, sono diventate un simbolo di aggregazione e condivisione per chiunque arrivasse qui da ogni parte d’Italia. Oggi è ancora più forte il sentimento e il desiderio che queste “nostre” luminarie possano aiutare la città. Grazie alla collaborazione con la #FondazioneSantOrsola e al consorzio commercianti di Via D’Azeglio, i versi di “Nessuno Vuole Essere Robin” saranno messi all’asta da domani mattina e l’intero ricavato andrà alla Fondazione Sant’Orsola per il progetto “più forti INSIEME”, a sostegno del Policlinico e di tutto il personale degli ospedali di Bologna in prima linea nel combattere l’emergenza Coronavirus. Io acquisterò la prima frase della canzone e non vedo l’ora di farvela vedere accesa, DA CASA! Tutti. Possiamo. Essere. Robin”.

Così scriveva Cesare Cremonini il 18 marzo scorso. Il 2 aprile l’asta si è conclusa e grazie a Cesare Cremonini la Fondazione potrà dare un alloggio, portare la spesa e sostenere in ogni modo 65 medici e infermieri che si dovessero ammalare e non potessero trascorrere l’isolamento a casa. Grazie di cuore a Cesare!!!

Menu