Per gli ospedali

  1. Home
  2. Per gli ospedali

Nella prima fase dell’emergenza erano necessari investimenti per i dispositivi di protezione e le attrezzature sanitarie per aumentare i posti in terapia intensiva. Tutto ciò è stato fatto. Oggi siamo impegnati ad investire ancora per migliorare la diagnosi, la cura e la riabilitazione e per garantire il servizio ai checkpoint dei padiglioni

Tablet per tornare a casa

30 tablet per essere più forti della distanza, cercando la strada per superarla. Anche tramite una videochiamata, quando chi è ricoverato non può alzarsi dal letto. Regalati da Comet, sono stati donati alle Terapie intensive per permettere ai pazienti di tenere il contatto con il proprio mondo. Un contatto virtuale, ma capace di rompere l’isolamento e dare nuova forza a chi sta lottando contro il Covid.

40 termometri digitali

Li ha donati ARCS Onlus alla Fondazione Sant’Orsola e serviranno nei reparti ma soprattutto nei checkpoint, per controllare chiunque entri in ospedale. Un piccolo gesto per garantire, anche così, la sicurezza di chi cura e di chi è curato.

10.000 FFP2 per la sicurezza

Macron ha donato alla Fondazione Sant’Orsola 10.000 mascherine FFP2 per garantire la sicurezza di tutti i volontari della Fondazione ma non solo, grazie alla scelta di metterle a disposizione di tutte le associazioni che ne avessero necessità.

Attrezzature per la fisioterapia

Carrozzine, pedaliere e deambulatori sono stati donati alle fisioterapiste che da quasi un anno lavorano ogni giorno per ‘rimettere in piedi’ chi guarisce dal Covid.

Un cicloergometro per ripartire

Grazie alla donazione di Macron abbiamo acquistato per il reparto di Pneumologia un cicloergometro per braccia e gambe che consente una riabilitazione precoce, essendo utilizzabile dal letto di degenza, soprattutto per i pazienti che sono stati in terapia intensiva

L'attività dei volontari

Gli oltre 100 volontari della Fondazione Sant’Orsola sono attivi, ogni giorno, in tre principali servizi, per rispondere alle nuove esigenze generate dall’emergenza sanitaria: check-point, consegna pasti, strutture di accoglienza

Menu